Biografia

Lorenza Ghinelli è nata nell’ottobre del 1981. A sette anni ha un’unica certezza: vuole scrivere. Si cimenta nella prima narrazione horror, registra quello che ha scritto con un mini recorder rosa shocking e lo fa ascoltare ai compagni di classe. L’ilarità diffusa che accompagna il racconto la fa seriamente riflettere.
Affronta la prima riscrittura della vita.
Ottiene il medesimo risultato.
Comprende che la determinazione non basta e si abbandona a letture compulsive: studia la concorrenza.
Vent’anni dopo qualcosa di buono le riesce.
Nel 2001 viene ammessa al Master in tecniche della narrazione presso la Scuola Holden di Torino. Lo termina nel 2003 e torna a Rimini più determinata di prima. Agli occhi degli altri appare solo più confusa: consegue un diploma in web design, uno in montaggio digitale, fa teatro, danza, corsi apparentemente scelti giocando a mosca cieca, eppure Lorenza ne è sicura, sta esplorando l’universo della comunicazione. Lavora e studia, studia e lavora, dà la cera e toglie la cera. Si laurea con lode in Scienze della Formazione con una tesi sull’autobiografia nelle relazioni d’aiuto.
Nel 2010, edito da Marsilio, esce J.A.S.T. (Just Another Spy Tale), scritto con Simone Sarasso e Daniele Rudoni.
Nello stesso anno viene assunta dalla Taodue come editor interna e sceneggiatrice. Si trasferisce a Roma e collabora alla scrittura del Tredicesimo Apostolo, per Canale5.
Nel 2011 Newton Compton pubblica Il Divoratore. È l’anno del boom. Alla Fiera di Francoforte se lo accaparrano sette Paesi e in Italia scala le classifiche.
Nel 2012, sempre con Newton, pubblica La colpa, finalista al Premio Strega.
Il Teatro a Manovella mette in scena Larvale, drammaturgia di Lorenza e regia di Massimo Alì.
Nel 2013 esce Sogni di Sangue, un racconto per gli 0,99 della Newton.
Sempre nello stesso anno la Newton pubblica Con i tuoi occhi, romanzo che ha ridotto l’autrice a un lumicino, ma che ama profondamente e di cui va fiera.
Nel 2015 pubblica con Rizzoli Almeno il cane è un tipo a posto, con cui vince il Premio Minerva. Almeno il cane è un tipo a posto vola in Francia, pubblicato da Editions Thierry Magnier.
Nel 2017 Rizzoli pubblica Anche gli alberi bruciano.

Il 14 novembre 2019 è uscito Tracce dal silenzio, un romanzo dalle tinte cupe e perturbanti edito da Marsilio. Qui potrete ascoltare Lorenza mentre ne parla a Fahrenheit, Rai Radio 3. Qui, invece, troverete il video promozionale girato da IBS.

Da diversi anni collabora con la Scuola Holden conducendo corsi di tecniche di narrazione, ed è una di quelle collaborazioni che la rende immensamente felice. Tra le varie esperienze che la vedono come docente ci tiene a segnalare Classi-fy (Romanzo in corso e Scrittura de-genere), Writing Coach, Kids, scrivere per ragazzi e bambini, e Holden Classics.

Ha scritto diversi racconti pubblicati in antologie edite da Newton Compton, Elliot, Guanda, Il Castoro, Bompiani.
Per gli Oscar Junior Mondadori ha scelto i racconti contenuti nell’antologia I misteri di Sherlock Holmes curandone poi la prefazione.
Ha fatto parte, con orgoglio, della redazione di Carmilla.
Lorenza non dimentica che tutto è iniziato da un mini recorder rosa shocking.